Ti trovi in:  Home > "L’Europa cambia la scuola"
 
Ministero dell’Istruzione, dell’Universita e della Ricerca
Dipartimento per la Programmazione Direzione Generale per gli Affari Internazionali
Uff.II


BANDO DI CONCORSO 2013

Europa cambia la scuola
Label



Presentazione

L'iniziativa del LABEL parte dal presupposto che le attività di cooperazione europea, rafforzano i processi di autonomia e costituiscono importanti opportunità di miglioramento per la qualità dell'offerta formativa della scuola attraverso la loro capacità di innescare "cambiamenti".
Il LABEL ha come riferimento il Programma "Istruzione e Formazione 2020", la strategia europea per apprendimento permanente (Lifelong Learning) e la cooperazione europea in senso lato. Attraverso il concorso "L'Europa cambia la scuola", si intende promuovere in seno alle scuole coinvolte nella cooperazione europea un percorso di riflessione e consapevolezza che aiuti gli istituti a sostenere i processi attivati.
Il Label per il riconoscimento della qualità della progettualità europea nella scuola italiana, si propone di dare la giusta evidenza all'impatto che le attività in dimensione europea hanno avuto sugli istituti scolastici nelle loro diverse componenti: alunni, personale della scuola, famiglie, comunità locale, partenariato europeo.

Obiettivi

Il Concorso intende:
  1. evidenziare la presa di coscienza dei cambiamenti avvenuti nelle dinamiche organizzative, relazionali, gestionali, della scuola e dei processi di apprendimento al suo interno, attraverso le attività in dimensione europea che sono state realizzate;
  2. identificare quali pratiche legate alla cooperazione europea hanno portato a miglioramenti qualitativi con riferimento:
    • al POF
    • alle competenze degli alunni
    • alle competenze del personale scolastico ed alle relazioni con i genitori
    • alla scuola come organizzazione
    • ai rapporti con il territorio di riferimento dell’istituto
  3. favorire lo scambio, la valorizzazione e lo sviluppo negli Istituti di tali pratiche, dando impulso al loro radicamento.

Destinatari del concorso e premi
Il bando è rivolto alle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado che abbiano realizzato iniziative di cooperazione europea in collaborazione attiva con realtà scolastiche di altri paesi europei e che non abbiano già ricevuto il "Label" nelle precedenti edizioni del concorso.
Pertanto si precisa che possono partecipare al concorso 2013 anche le scuole che, pur avendo presentato la propria candidatura negli anni passati, non siano state selezionate per il Label.
Un attestato nazionale di qualità "LABEL" valido per un anno verrà attribuito ad un massimo di 12 istituti che riceveranno anche un premio di 4.000,00 euro ciascuno, da destinare al sostegno dei processi di internazionalizzazione avviati, non escludendo il supporto ad esperienze di mobilità in altri Paesi europei del personale docente.

Modalità di partecipazione
Si chiede agli Istituti scolastici impegnati in attività in dimensione europea di "raccontare" con un testo di un minimo 300 e un massimo di 1000 parole il percorso realizzato, facendo emergere il valore aggiunto che l'esperienza di cooperazione ha apportato alle finalità della scuola espresse dal Piano dell'offerta formativa, alla sua organizzazione didattica e gestionale, ai suoi processi di apprendimento-insegnamento e al clima stesso dell'Istituto.
Il "racconto" dovrebbe rispondere alla seguente domanda generale:
Cosa abbiamo appreso, come siamo cambiati e come possiamo consolidare il cambiamento?
Il racconto potrà essere accompagnato da materiale rappresentativo del percorso educativo raccontato e del processo di cambiamento realizzato o in corso. Il materiale dovrà essere costituito da alcune immagini, non più di 10, o da un filmato di max. 3 minuti (caricati su CD/DVD), e da diari di bordo/portfolio in formato cartaceo o su supporto elettronico che aiutino ad illustrare i contenuti del racconto.
Il racconto dovrà essere redatto sul modulo di candidatura on-line reso disponibile sul sito MIUR-Direzione Generale Affari Internazionali.
Il modulo compilato in ogni sua parte, firmato dal Dirigente Scolastico dell'Istituto partecipante, dovrà essere fatto pervenire entro e non oltre il 12 aprile 2013 agli Uffici Scolastici Regionali di appartenenza via PEC (si allega per comodità l'elenco degli indirizzi di Posta certificata degli Uffici scolastici Regionali). Entro la medesima data le scuole potranno inviare ai rispettivi Uffici Scolastici Regionali l'eventuale materiale a supporto del racconto.
Gli Uffici Scolastici Regionali provvederanno a nominare una Commissione di valutazione che, nel rispetto dei criteri definiti a livello nazionale, avrà il compito di selezionare le esperienze maggiormente significative del loro territorio. I progetti selezionati, elencati in ordine di priorità, saranno trasmessi, entro il 10 maggio 2013 alla Direzione Generale per gli Affari Internazionali del MIUR - Uff II che provvederà, poi, ad individuare le 12 Scuole alle quali assegnare i Label di "Europa cambia la scuola".
Sarà cura degli Uffici Scolastici Regionali preselezionare, in sede regionale, salvo particolari e motivate eccezioni, progetti a titolarità di coordinamento italiano.
Per la selezione finale il MIUR – D.G. Affari Internazionali si avvarrà di una Commissione di valutazione centrale composta da: esperti, insegnanti, dirigenti scolastici e tecnici.

Liberatorie
L'istituto, con l'invio del racconto e di altro materiale di documentazione, garantisce che lo stesso è materiale originale e libera gli USR e il MIUR da ogni responsabilità nei confronti di eventuali terzi che a qualsiasi titolo avessero da eccepire in ordine alle utilizzazioni previste dal presente Bando.
L'istituto, inoltre, autorizza la diffusione attraverso stampa, radio e televisione dei "Racconti" e altro materiale inviato per il Label "L'Europa cambia la scuola" nonché la distribuzione dello stesso in formato cartaceo o digitale.

Raccomandazioni per le scuole che intendono concorrere, pena esclusione dal Concorso:

Si raccomanda di verificare che:
  • la domanda di partecipazione sia predisposta sul modulo messo a disposizione sul sito del MIUR;
  • il modulo di candidatura sia debitamente firmato dal Dirigente Scolastico;
  • il racconto non contenga meno di 300 parole o più di 1000.
  • sia rispettata la data di invio agli Uffici Scolastici Regionali.

La Direzione Generale per gli Affari Internazionali avrà cura di fornire agli istituti tempestiva comunicazione in merito agli esiti della selezione finale.

Per informazioni potranno essere contattati i Referenti regionali di "Europa dell'Istruzione".

Allegati:



Roma, 21.12.2012
Il Direttore Generale
F.to Marcello Limina
 




 
Torna indietro indietro torna su Torna su





Stiamo lavorando per migliorare la stampa delle pagine. Ci scusiamo per il disagio.