Ti trovi in:  Home > Europa dell'Istruzione
 

Iniziative per la promozione e lo sviluppo della Dimensione Europea dell'Educazione


Gli obiettivi

Dopo il Consiglio europeo di Lisbona e l’avvio del comune programma di lavoro, condiviso dai Ministri dell’Istruzione dell’Unione, la Direzione generale degli Affari Internazionali ha dato corso ad una serie di attività volte a far diventare la dimensione europea una realtà normale all’interno della scuola italiana.

“Europa dell’istruzione” vuole essere uno strumento attraverso il quale possano essere messe insieme tutte le sinergie, della scuola e non, presenti sul territorio al fine di accrescere nei giovani il senso dell’identità europea per prepararli ad una partecipazione piena e responsabile allo sviluppo e al miglioramento culturale, economico e sociale della Comunità europea.

Due sono gli elementi che contraddistinguono il piano di interventi:
  • una integrazione forte di tutti i soggetti (il disegno del sistema) operanti a vario titolo sul territorio;
  • il rispetto delle specificità e delle vocazioni territoriali nonché dell’autonoma capacità progettuale delle scuole.
Il percorso sin qui realizzato ha visto l’ampia collaborazione con gli Uffici scolastici regionali che, attraverso i nuclei di intervento, le reti di scuole, le scuole polo, hanno costruito in ogni Regione un sistema capillare di disseminazione dell’informazione sulle opportunità offerte dalla cooperazione internazionale, di supporto alla progettualità, di diffusione delle buone prassi. Ogni Ufficio scolastico regionale ha anche aperto una pagina nel proprio sito Web per informare sulle iniziative che vengono realizzate nei territori di pertinenza

Le nuove “Linee di indirizzo” emanate il 21 giugno 2007 testimoniano la continuità del processo avviato con la Direttiva 21 giugno 2004 e nel contempo danno nuovo impulso all’azione delineando una rinnovata strategia che punta al rafforzamento della collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea e del Parlamento europeo, oltre che con le istituzioni locali.

Obiettivo primario è la costruzione in ogni Regione di Piani territoriali integrati di intervento che permettano di valorizzare le energie dei vari attori e le specificità locali, in un’azione convergente a sostegno dei comuni obiettivi europei.

"Più scuola in Europa, più Europa nella scuola" è il messaggio contenuto nelle “Nuove linee di indirizzo” con cui si invitano tutti coloro che operano nella scuola ad assumere la dimensione europea quale ambito “naturale” di confronto strategico, di programmazione territoriale e di impegno operativo.








 
Torna indietro indietro torna su Torna su





Stiamo lavorando per migliorare la stampa delle pagine. Ci scusiamo per il disagio.