» Home


CONOSCERE IL PROPRIO CORPO
PER BEN-ESSERE
Il monito Conosci te stesso che il tempio di Apollo a Delfi proponeva al viandante e che Socrate pose al centro della sua dottrina, potrebbe essere assunto come incipit di questo percorso, anche se l'accento è posto qui sulla fisicità dell'io, nella convinzione però della sua inscindibilità dall'aspetto psicologico-spirituale: non esiste infatti benessere mentale senza la consapevolezza del proprio corpo.
Controllarlo, saperne dominare i movimenti, essere consapevoli della propria postura, rappresentano elementi essenziali per la strutturazione della persona e competenze prioritarie da sviluppare in un percorso che conduca alla salute e al benessere.
Il dualismo corpo-mente è oggi ormai superato da una visione basata sull'integralità della persona e sul riconoscimento dell'importanza educativa della valorizzazione di tutti gli aspetti della conoscenza del sé; è ormai assioma che l'acquisizione di competenze utili alla promozione globale della personalità e allo sviluppo delle potenzialità di ciascun individuo non può prescindere dal considerare "il corpo come valore". Le Indicazioni nazionali per i piani di studio personalizzati per la scuola primaria così definiscono tale valore: "..ogni dimensione simbolica che anima il fanciullo e le sue relazioni familiari è inscindibile dalla sua corporeità. Nella persona infatti, non esistono separazioni e il corpo non è il "vestito" di ogni individuo, ma il suo modo globale di essere nel mondo e di agire nella società. Per questo l'avvaloramento dell'espressione corporea è allo stesso tempo condizione e risultato dell'avvaloramento di tutte le altre dimensioni della persona: la relazionale, l'estetica, l'operativa, l'affettiva, la morale, la spirituale religiosa...". Nel contesto delle proposte educative finalizzate alla promozione di stili di vita improntati al benessere globale della persona non possono dunque mancare attività finalizzate allo sviluppo della conoscenza del corpo e delle sue potenzialità fisiche.
Il percorso suggerito si presenta come proposta da adattare alle diverse, riscontrate esigenze dello specifico contesto e dei singoli alunni.
Esso si snoda su tre itinerari d'intervento, distinti solo per opportunità didattica, ma strettamente connessi tra loro nelle finalità: il primo presenta una serie di attività volte specificamente alla conoscenza del corpo; il secondo, partendo dall'analisi delle caratteristiche della postura, fornisce indicazioni operative per il controllo della stessa; il terzo propone esercizi atti a generare la consapevolezza delle proprie potenzialità fisiche e a trasformarle in abilità motorie attraverso l'addestramento.