Ti trovi in:  Home >Il Programma LLP
 


Lifelong Learning Programme



Finalità e obiettivi


Il programma di apprendimento permanente dell' Unione europea (2007-2013) sostiene la partecipazione ai processi educativi di ogni cittadino lungo tutto l'arco della vita e contribuisce così al raggiungimento dell'obiettivo strategico che l'Unione si è posta: "affermarsi come la società avanzata basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica al mondo, con uno sviluppo economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale, garantendo nel contempo una valida tutela dell'ambiente per le generazioni future" (Consiglio europeo di Lisbona 2000)

L'obiettivo del Programma è, in particolare, promuovere all'interno dell'Unione gli scambi, la cooperazione e la mobilità tra i sistemi d'istruzione e formazione in modo che essi diventino un punto di riferimento di qualità a livello mondiale.

Il programma di apprendimento permanente ha integrato in un unico contenitore dal filo conduttore unitario i precedenti programmi nel campo dell'istruzione e della formazione "Socrates" e "Leonardo".

La struttura del programma

La sua struttura si articola in quattro programmi settoriali:

Comenius - rivolto a quanti sono impegnati nel settore dell'istruzione, dall'età prescolare sino al termine della scuola secondaria;

Erasmus - dedicato all'istruzione superiore di tipo formale e all'istruzione e formazione professionali di terzo livello;

Leonardo da Vinci - focalizzato sull'insegnamento e la formazione professionale, compresi gli stage nelle imprese effettuati da persone che non siano studenti;

Grundtvig - per i docenti e i discenti nell'educazione degli adulti, nonché gli istituti e le organizzazioni del settore.

Il coordinamento tra questi quattro pilastri è affidato al Programma trasversale che si pone quattro obiettivi:
  • la cooperazione strategica e l'innovazione nel settore dell'istruzione e della formazione;
  • la promozione dell'insegnamento delle lingue;
  • l'elaborazione di contenuti, servizi, modelli pedagogici e pratiche innovative basate sull'utilizzo delle Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione;
  • la diffusione e l'utilizzo dei risultati delle azioni e lo scambio di informazioni circa le buone prassi.
Queste azioni sono infine completate dal programma Jean Monnet, diretto a sostenere le strutture e le attività che mirano a promuovere l'integrazione europea.

Chi lo promuove

Istituito con decisione del Parlamento europeo e del Consiglio dell'Unione Europea il programma è affidato alla responsabilità della Commissione europea e degli Stati membri. Sarà attivo per sette anni (dal 2007 al 2013) con un budget allocato di circa sette miliardi di Euro: della sua gestione operativa si occupa la stessa Commissione, con l'assistenza dell'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura e delle Agenzie nazionali dei diversi Paesi partecipanti.

L 'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura ha sede a Bruxelles e fornisce il supporto tecnico per la diffusione dell'informazione e la gestione dei progetti, delle reti e di altre azioni "centralizzate".

Le Agenzie nazionali sono incaricate della gestione coordinata del programma a livello nazionale e forniscono:
  • informazione e consulenza sul programma;

  • orientamento nella ricerca di partner;

  • consulenza in fase di candidatura;

  • assistenza durante il ciclo di vita del progetto e delle altre attività;

  • organizzazione di eventi e seminari;

  • messa in rete di progetti e attori;

  • valorizzazione e disseminazione delle esperienze.

In Italia ci sono due Agenzie nazionali:
  • Agenzia nazionale LLP per Comenius, Erasmus, Gruntvig e Visite di studio operante presso l'Agenzia nazionale per lo sviluppo dell'autonomia scolastica (Agenzia Scuola);
  • Agenzia nazionale LLP ( per il Programma settoriale Leonardo da Vinci operante presso l'Isfol




 
Torna indietro indietro torna su Torna su





Stiamo lavorando per migliorare la stampa delle pagine. Ci scusiamo per il disagio.