archivio.pubblica.istruzione.it top
spacer


Attenzione:
sezione in aggiornamento

Alcune pagine/sezioni potrebbero non funzionare correttamente


Torna alla homepage




 
 Eventi


Fiera Internazionale del Libro
Diciottesima edizione della manifestazione che si svolgerà a TORINO

Torino Lingotto Fiere 5 - 9 maggio 2005

I Sogni, le Sfide, le Origini per la Fiera 2005
Si svolge da giovedì 5 a lunedì 9 maggio la diciottesima edizione della Fiera Internazionale del Libro di Torino.
Anche quest'anno, la più grande manifestazione editoriale italiana si rivolge in particolare al mondo della scuola.
La presenza del MIUR alla Fiera internazionale del Libro di Torino costituisce ormai un appuntamento tradizionale e ha visto nel corso degli anni un sempre maggiore impegno sia dell'Amministrazione Centrale sia dell'Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte. Anche quest'anno la presenza del MIUR sarà contrassegnata, oltre che dall'allestimento di uno spazio espositivo, dall'organizzazione di numerosi convegni e workshop dedicati tanto a coloro che operano all'interno del sistema educativo quanto ai cittadini che a esso sono interessati.
Per quanto riguarda lo spazio espositivo, tenuto conto del successo conseguito lo scorso anno, verrà proseguita la positiva esperienza della mostra di pubblicazioni degli Uffici scolastici regionali e degli Istituti regionali di ricerca educativa. Le aree di interesse alle quali le pubblicazioni faranno prevalente riferimento sono:

  • la didattica disciplinare, con particolare riferimento alle discipline oggetto di indagini internazionali, come Lingua1, Matematica e Scienze

  • il rapporto tra scuola e lavoro che, come è noto, costituisce uno dei principali ambiti di intervento della Riforma per quanto attiene al secondo ciclo di istruzione e formazione.


Lo stand MIUR proporrà anche un'area giochi nella quale saranno accolti i bambini delle scuole primarie che visiteranno la Fiera e un'area seminari che ospiterà workshop relativi ai libri in mostra e a iniziative culturali del mondo della scuola a livello nazionale e piemontese.
Il MIUR è inoltre protagonista in convegni organizzati nei saloni della Fiera:

Naturalmente, come negli anni trascorsi, il MIUR è a disposizione dei visitatori e propone materiali utili per la didattica e per la conoscenza degli ordinamenti e delle innovazioni che hanno interessato negli ultimi anni il sistema educativo.
Più di millecinquecento metri quadri sono dedicati agli alunni delle scuole materne, elementari e medie inferiori e agli studenti delle scuole superiori.
Cinque spazi per letture e laboratori collocati all'interno Spazio ragazzi e la contigua Arena giovani ospitano un programma ricco di appuntamenti.
Incontri con gli autori, laboratori di lettura e d'arte, approfondimenti sull'editoria per ragazzi, appuntamenti sul cinema.
Tra i tanti ospiti: Antonella Abbatiello, Roberta Angaramo, Teresa Buongiorno, Cristina Brambilla, Chiara Carminati, Ennio Cavalli, Massimo Carlotto, Nicoletta Codignola, Andrè Dahan, Lia Levi, Lorenzo Mattotti, Emanuela Nava, Giulia Orecchia, Roberto Piumini, Jutta Richter, Mireille D'Allancé.
La grande libreria dello spazio ragazzi (da 0 a 14 anni) mette inoltre a disposizione del pubblico 30.000 volumi; quest'anno alla divisione dei titoli per fasce d'età si affiancano alcune isole a tema, i cui argomenti riprendono i temi della Fiera, Il sogno e Lingua madre. In omaggio ai tanti scrittori provenienti da Paesi extraeuropei, lo spazio ragazzi metterà a disposizione dei lettori libri in lingua originale, dai più comuni francese e inglese all'albanese, russo, rumeno, cinese, arabo e urdu. Una delle isole è, poi, dedicata ai libri di divulgazione scientifica, in occasione dell'Anno mondiale della Fisica.
Le classi delle scuole superiori, potranno inoltre riservare alcuni degli appuntamenti del programma generale in particolare quelli collocati in orario mattutino (maggiori informazioni sul nostro sito) ma tutti gli appuntamenti in programma sono aperti al pubblico delle scuole sino ad esaurimento posti in sala.
E' il Sogno, inteso come tensione progettuale, sfida, utopia realizzabile, il tema della manifestazione che prevede inoltre due iniziative speciali: Lingua Madre, che porterà a Torino scrittori da tutto il mondo, e Ti leggerò i Giochi, in omaggio alle Olimpiadi Invernali.
I protagonisti della cultura contemporanea racconteranno alla Fiera i loro sogni, realizzati e no, e le sfide che si stanno dando. Nell'elenco degli invitati registi (Ermanno Olmi, Gabriele Salvatores, Paolo Virzì, Davide Ferrario, Marco Tullio Giordana, Ferzan Ozpetek), biologi (Edoardo Boncinelli e Alberto Piazza), matematici (Piergiorgio Odifreddi, Alberto Conte, Gabriele Lolli), fisici (Tullio Regge e Giorgio Parisi), architetti e scrittori-velisti come lo svedese Bjorn Larsson.
Ed ancora la centralità del sogno nell'antico Egitto, in compagnia di una grande egittologa come Edda Bresciani.
Iniziativa sviluppata con la Regione Piemonte, Lingua Madre, porterà a Torino scrittori, principalmente extraeuropei, che lavorano sul patrimonio della loro tradizione culturale in senso fortemente sperimentale e innovativo.
Sono attesi alla Fiera del Libro il siriano Adonis, considerato il maggior poeta di lingua araba; il grande saggista rumeno Norman Manea (in dialogo con Claudio Magris), il linguista francese d'origini algerine Claude Hagège, che terrà una lezione sulle lingue del Mediterraneo; australiano Les Murray; Tahar Ben Jelloun; lo svedese Torgny Lindggren, i caraibici Patrick Chamoiseau, Madison Smartt Bell, Raphael Confiant, Patrick Maximin, Dionne Brand; gli indiani Nadeem Aslam, Anita Rau Badami e Vikas Swarup, il tunisino Samir Marzouki, l'arabo-americano Abdellah Hammoudi, la guineana (trapiantata a Roma) Aminata Fofana, il libanese Selim Nessib, il cubano Daniel Chavarria, il messicano Carlos Montemayor, la turca Yadé Kara, l'afgana Saira Shah, il somalo Nuruddin Farah, il sudafricano Achmat Dangor; l'indiano Homi Bhabha e il sudafricano Zakes Mda, tra i più autorevoli studiosi del post-colonialismo. Ci saranno, poi, anche grandi poeti dialettali italiani, come Franco Loi, Luciano Cecchinel, Achille Serrao, che usano il dialetto in senso sperimentale; con loro è atteso anche Tonino Guerra. Giorgio Pressburger terrà una "lectio magistralis" sulle letterature di frontiera, mentre Massimo Cacciari concluderà il programma degli incontro con una lezione sulla traduzione. L'evento finale è affidato a Francesco Guccini, musicista-scrittore con una spiccata passione per l'ibridazione linguistica, i gerghi e i dialetti.
Nell'approssimarsi dei Giochi Olimpici Invernali del 2006, la Fiera Internazionale del Libro di Torino vara, per l'edizione 2005, Ti leggerò i Giochi, un progetto speciale che propone convegni, reading, momenti di spettacolo e di creazione artistica variamente ispirati al tema della "competizione". Ogni giorno si terranno reading di racconti brevi sullo sport appositamente composti da affermati scrittori quali Sandro Veronesi, Michele Serra, Mauro Covacich, Domenico Starnone.
Il "pentathlon delle Muse", comprenderà momenti di spettacolo in cui a confrontarsi non saranno le discipline sportive tout court, ma una significativa rappresentanza delle più nobili espressioni artistiche. I ginnasti Yuri Chechi, Igor Cassina e Laura Zacchilli, il jazzista Enrico Pieranunzi e il solista classico Gianluca Cascioli, "Testimoni d'eccezione" per la danza Daniel Ezralow, e Franco Branciaroli, grande attore dei nostri tempi.
Completa l'iniziativa, un palinsesto di convegni ispirati al tema della competizione con Candido Cannavò e Massimo Mauro.
Infine, ospite alla Fiera 2005, una rappresentanza di eminenti scrittori portoghesi da Almeida Faria e Mario de Carvalho a José R. Direitinho e Pepatela.

Direzione generale per la comunicazione

Logo Fiera Internazionale del Libro


Presentazione


Programma:
Partecipazione:


Indietro


spacer

Direzione generale per la comunicazione

© 1998-2006 Ministero della Pubblica Istruzione
Viale Trastevere, 76/A - 00153 ROMA

Centralino 06 5849.1