archivio.pubblica.istruzione.it topEntra nell'area dell'UniversitàEntra nell'area della Ricerca
top
spacer


Attenzione:
sezione in aggiornamento

Alcune pagine/sezioni potrebbero non funzionare correttamente


Torna alla homepage




 
 Il patentino a scuola
 

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
Dipartimento dei Trasporti terrestri e per i sistemi informativi e statistici

Direzione Generale della Motorizzazione e della Sicurezza del Trasporto Terrestre
Via Giuseppe Caraci, 36 - 00157 Roma

Prot.14308 Roma, 16 dicembre 2003
   
Allegato 1
Allegato 2
Destinatari

Oggetto:   Organizzazione delle sedute d'esame per il conseguimento del certificato d'idoneità alla guida dei ciclomotori.

   Come è noto, l'art. 6 del D. lgs. 15 gennaio 2002, n. 9, e successive modificazioni ha introdotto l'attestato per la guida dei ciclomotori; detto certificato sarà obbligatorio a partire dal 1 luglio 2004 per i conducenti minorenni che non siano già titolari della patente di guida della sottocategoria A1.

   I certificati sono conseguiti previo superamento di specifico esame di idoneità, sostenuto secondo le modalità indicate all'art. 3 del decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 30 giugno 2003, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell'8 luglio 2003. Alla prova d'esame si accede dopo aver frequentato un corso presso le scuole ovvero presso le autoscuole. Non sono consentite più di tre ore di assenza complessive con riferimento alle ore di lezione di cui all'art. 2, commi 1 e 2, punti a), b) e c); nel caso si superasse detto limite, il corso deve essere sostenuto nuovamente, ai fini dell'ammissione all'esame.

L'esame consiste in una prova teorica svolta tramite questionario e attiene agli argomenti di cui all'articolo 1 del citato D.M.. I candidati dovranno barrare, in corrispondenza di ogni risposta, la lettera "V" o "F" a seconda che considerano quella proposizione vera o falsa. La prova ha durata di trenta minuti e si intende superata se il numero di risposte errate è, al massimo di quattro. Le istruzioni ed avvertenze per gli esami sono allegate alla presente circolare.

Si rammenta che il Magazzino centrale stampati ha già provveduto ad inviare agli Uffici provinciali in indirizzo le schede quiz necessarie per lo svolgimento degli esami, nonché i modelli dei certificati di idoneità da rilasciare a seguito del superamento dell'esame medesimo.

Si fa inoltre presente che, a decorrere dal 20 novembre 2003 è operativa la procedura informatica per la compilazione dei sopraccitati certificati con le modalità indicate nel manuale operativo allegato alla presente circolare.
   
Richieste d'esame
  Le richieste d'esame, compilate su modello allegato al citato D.M. 30 giugno 2003 devono essere presentate all'Ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri unitamente all'elenco di tutti i nominativi dei candidati corredato dai loro dati anagrafici e dai loro codici fiscali, da parte dell'istituto scolastico o da parte dell'autoscuola, dove è stato effettuato il corso.

Sulle domande d'esame deve essere indicato, oltre all'istituto scolastico o all'autoscuola presso cui si è frequentato il corso, anche la data in cui questo è terminato.

Inoltre, alle domande devono essere allegate le attestazioni dei versamenti su conto corrente relative a:

  1. tariffa di cui al punto 1 della tabella 3 (esami per conducenti di veicoli a motore) della legge 1 dicembre 1986, n. 870:
  2. due imposte di bollo di cui ai punti 3 e 4 del decreto del Ministro delle Finanze del 20 agosto 1992 (assolvimento dell'imposta di bollo relativa alla domanda ed al certificato rilasciato dal Dipartimento per i trasporti terrestri);
  3. copia del documento di un genitore che esercita la patria potestà o del tutore che firma la richiesta di ammissione all'esame.
Può presentare domanda di partecipazione all'esame solo chi ha la residenza in Italia.
Non sono ammessi agli esami candidati che hanno terminato il corso da oltre un anno.
   
Esami degli allievi di autoscuole
  Gli esami degli allievi di autoscuole possono svolgersi durante una ordinaria seduta d'esame per il conseguimento delle patenti di guida. Per quanto riguarda il nastro operativo si fa riferimento a quello vigente per esami di teoria a quiz per il conseguimento delle patenti delle categorie A o B.

Il verbale meccanizzato sarà disponibile entro il prossimo mese di gennaio 2004. Nel frattempo gli Uffici predisporranno un verbale non automatizzato in cui saranno indicati, oltre ai nominativi dei candidati, anche il giorno d'esame e la struttura presso cui si svolge e la località.

Le sedute d'esame possono essere richieste sia in orario antimeridiano che pomeridiano. Eventuali trasferte del funzionario esaminatore o trasferte in orario straordinario sono a carico dell'autoscuola richiedente.

L'identificazione dei candidati minorenni non in possesso di un documento di identità può avvenire anche a mezzo di fotografia autenticata.
   
Esami degli allievi delle scuole
  Ai sensi dell'art. 6 del decreto legislativo 15 gennaio 2002, n. 9, la prova finale dei corsi organizzati in ambito scolastico è espletata dal funzionario del Dipartimento dei trasporti terrestri con l'ausilio dell' operatore responsabile della gestione dei corsi.

Gli esami sono svolti durante l'ordinario orario di servizio del personale esaminatore, tenuto conto dell'esigenze degli Uffici periferici e delle scuole, sulla base degli accordi presi in sede locale, le trasferte sono a carico di questa Amministrazione.

Per quanto riguarda il nastro operativo, tenuto conto della presenza del responsabile del corso, per ogni novanta minuti l'esaminatore valuterà 24 candidati, l'esaminatore potrà, tuttavia, in un'unica tornata, esaminare un massimo di 30 candidati. L'identificazione dei candidati sarà attestata per conoscenza diretta dal responsabile del corso che, a tal fine, apporrà una sua sigla sul verbale d'esame accanto al nome di ogni candidato esaminato.

Sul verbale d'esame il responsabile del corso dovrà anche dichiarare di aver informato i candidati sulla corretta procedura della prova d'esame, secondo le istruzioni allegate alla presente circolare.

Per esigenze organizzative degli Uffici periferici le sedute d'esame saranno di norma concesse per un numero minimo di 48 candidati. Questo numero potrà essere raggiunto anche cumulando gli allievi provenienti da scuole ubicate in zone limitrofe nello stesso comune. Nel caso in cui si impiegassero più esaminatori, il suddetto numero deve essere proporzionalmente aumentato.
   
Esiti degli esami
  Nel caso in cui il candidato abbia sostenuto la prova con esito positivo gli verrà rilasciato, alla fine della sessione d'esami, il certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori preventivamente predisposto dall'Ufficio provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri.

Nel caso di esito negativo, la prova potrà essere ripetuta dal candidato entro un anno dal termine del corso seguito A tal fine, le scuole e le autoscuole rilasciano, a richiesta dell'interessato, una attestazione redatta su modello conforme al fac simile allegato alla presente circolare. Nell'arco del medesimo anno dalla fine del corso è possibile svolgere più prove senza limitazioni, previa ripresentazione della domanda, cui devono essere allegati i versamenti indicati al paragrafo 1.

Relativamente a questi ultimi devono essere nuovamente versati quelli di cui al punto 1 della tabella 3 della L.870/86 ed al punto 3 del D.M. delle Finanze del 20.8.92. Non deve essere nuovamente versata l'imposta di bollo di cui al punto 4 del D.M. delle Finanze del 20.08.92. A tal fine ai candidati respinti o assenti deve essere restituita l'attestazione di versamento di cui al punto 4 del D.M. 20 agosto 1992, in quanto il certificato di idoneità alla guida dei ciclomotori non viene loro rilasciato.

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO
- Dr. Ing. Amedeo FUMERO -

  Destinatari

Uffici provinciali del Dipartimento dei trasporti terrestri
Loro Sedi

Coordinatori regionali del Dipartimento dei trasporti terrestri
Loro Sedi

Regione Siciliana
Assessorato ai Trasporti
Palermo

Provincia Autonoma di Trento
Servizio comunicazione e trasporti
Motorizzazione Civile
Lungoadige S. Nicolò, 14 Trento

Provincia Autonoma di Bolzano
Ripartizione traffico e trasporti
Via Crispi, 8
Bolzano

e, p.c.:

Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca
Direzione Generale per lo status dello studente
Roma

All'Unasca
Piazza Marconi, 25
Roma

Alla Confedertaai
Via Laurentina, 569
Roma

All'Asiac
Via Domodossola, 29
Roma

Allegato 1: ISTRUZIONI ED AVVERTENZE PER LO SVOLGIMENTO DEGLI ESAMI DI TEORIA PER IL CONSEGUIMENTO DEL CERTIFICATO DI ABILITAZIONE ALLA GUIDA DEI CICLOMOTORI

  1. Al candidato viene consegnato:

    1. un questionario;
    2. due pieghevoli dalle copertine verde e viola;

    A fine seduta i pieghevoli dovranno essere riconsegnati senza che sui medesimi siano riportate scritte o annotazioni.

  2. Prima di iniziare la prova il candidato deve apporre negli appositi spazi previsti nella testata della scheda:
    1. la propria firma leggibile;
    2. le prime sei lettere del cognome e la prima del nome;
    (La scheda priva della firma del candidato è nulla ed il candidato stesso è considerato respinto).

  3. Il questionario contiene dieci domande ciascuna con tre risposte che potranno essere:

    1. tutte e tre vere;
    2. due vere ed una falsa;
    3. una vera e due false;
    4. tutte e tre false.

    Il candidato dovrà barrare esclusivamente con una croce, in corrispondenza di ogni risposta, la lettera "V" o "F" a seconda che consideri quella proposizione vera o falsa.

  4. La compilazione dei questionari deve essere effettuata esclusivamente con penne a sfera con inchiostro blu o nero.


  5. Non saranno fornite spiegazioni circa il significato di termini o locuzioni contenuti nelle proposizioni delle domande.


  6. La risposta verrà considerata errata nei seguenti casi:
    1. croce apposta in modo non chiaro ed inequivocabile, oppure apposta al di fuori delle caselle destinate alle risposte;
    2. croce mancante;
    3. croce apposta su entrambe le lettere "V" e "F".


  7. Durante lo svolgimento della prova non è consentito:
    1. consultare testi, fogli o manoscritti;
    2. comunicare con gli altri candidati;
    3. utilizzare matite o penne ad inchiostro simpatico o cancellabile;
    4. utilizzare altri fogli al di fuori della scheda fornita;
    5. allontanarsi dall'aula prima del termine del turno d'esame. In ogni caso, nell'aula degli esami devono rimanere almeno la metà dei candidati che partecipano ad ogni turno d'esame. Una volta consegnata la scheda all'esaminatore non è più possibile richiederla prima della sua correzione;
    6. utilizzare o comunque tenere attivati telefoni cellulari, radio ricetrasmittenti e apparecchiature di comunicazione. In particolare i telefoni cellulari devono essere posti dal candidato, spenti, sul banco assegnatoli per la prova.

    I candidati colti in flagrante violazione di tali disposizioni saranno allontanati dall'aula e considerati respinti alla prova d'esame.

  8. Il tempo concesso per la compilazione del questionario è di trenta minuti.


  9. La prova si intende superata se il numero delle risposte errate è al massimo pari a quattro; il quinto errore determina l'esito negativo dell'esame.

Allegato 2: ATTESTATO DI FREQUENZA AL CORSO DI PREPARAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DEL CERTIFICATO di cui all'art. 116 comma 1-bis del C.d.S.

Indietro

fascia
 
 
home benvenuto
 
linee guida linee guida
 
riferimenti normativi riferimenti normativi
 
programma corsi programma corsi
 
i quiz i quiz
 
le faq FAQ
 
iniziative iniziative
 
dati dati
 
referenti e contatti referenti e contatti
spacer
 
spacer

spacer

Direzione generale per la comunicazione

© 1998-2006 Ministero della Pubblica Istruzione
Viale Trastevere, 76/A - 00153 ROMA

Centralino 06 5849.1